Come Creare e Sviluppare il tuo Personal Brand

1
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione.

Quante volte hai sentito citare questa celebre frase di Oscar Wilde? Sicuramente tantissime. Ed è assolutamente vero: formiamo l’idea dell’altro nella nostra mente in appena sette secondi.

Prova quindi a immaginare quanto questa impressione diventi un elemento fondamentale all’interno delle nostre relazioni professionali.

In pochi secondi, un nostro eventuale cliente o collaboratore potrebbe amarci o odiarci semplicemente perché così gli ha detto l’istinto.

È qui che entra in gioco il personal branding.

Fare personal branding significa innanzitutto imparare a gestire in maniera strategica la tua immagine professionale, a controllare ciò che gli altri pensano di te, a renderti riconoscibile e memorabile nella mente di coloro che hanno a che fare con te.

In questo senso, sei tu il prodotto da vendere. Se il tuo obiettivo è quello di farti un nome all’interno di un determinato settore, lavorare sul tuo brand è sicuramente un passaggio

imprescindibile.

Esistono davvero moltissimi consigli che potrebbero giovare a chi voglia posizionare il proprio brand in maniera vincente:

  1. Restringi il campo. Non si può piacere a tutti, quindi non puoi neanche parlare a tutti: il modo migliore per far arrivare il proprio messaggio al pubblico più adatto è renderlo sintetico e ben centrato sul fulcro della nostra vision. Una comunicazione chiara contribuirà automaticamente a creare un’identità chiara.

  2. Racconta una storia. Se il tuo brand non racconta una storia, probabilmente metà del tuo pubblico non riuscirà a rimanere interessato al messaggio che trasmetti. Questo storytelling può riguardare tematiche differenti, può essere realizzato in modi differenti e può anche essere trasmesso tramite media differenti: l’unica costante è l’interesse che deve suscitare nel tuo pubblico.

  3. Vivi il tuo brand. L’abbiamo già detto, il prodotto ora sei tu: questo significa che il brand è parte di te e che ti accompagna in ogni tuo gesto. Questo significa che qualunque azione o comunicazione dovrà essere coerente e in linea con l’identità del brand.

  4. Crea un impatto positivo. Tutti i grandi marchi al momento si stanno focalizzando sul raccontare il “why” (il perché) di un brand, più che il “what” (il cosa), e questo per un buon motivo: le persone bramano sentirsi parte di qualcosa di grande, anche e soprattutto a livello emotivo, qualcosa che vada al di là del semplice gesto di acquisto, qualcosa che lasci un segno duraturo nel tempo. Questo qualcosa è l’emozione che nasce nel cliente, ma anche un segno che rimane a livello sociale, ambientale, globale.

Tutti questi consigli possono comodamente essere riassunti in un’unica strategia di fondo: il libro.

Infatti, se all’interno del mondo del marketing c’è stata una grande rivoluzione che ha portato alla selezione di strategie “cliente-centriche”, il libro è per eccellenza lo strumento che viene collocato letteralmente nelle mani del cliente, rendendolo protagonista e partecipe dell’esperienza di marketing.

Tramite la pubblicazione di un tuo libro potrai veicolare con semplicità un messaggio chiaro e univoco ad un pubblico di lettori che verrà automaticamente selezionato grazie all’acquisto stesso del volume.

Potrai raccontare la tua storia o quella del tuo prodotto e mostrare la tua identità e quella del tuo brand in modo vincente.

Potrai creare un impatto duraturo nella mente del lettore e lasciare qualcosa di concreto e durevole nel mondo che sarà comunque sempre legato a te.

Se il tuo libro parla di un prodotto o di un servizio che offri all’utente, il lettore troverà in esso la soluzione ai suoi problemi. Se invece racconti la tua storia, come sei arrivato ad essere la persona che sei oggi, il lettore potrà trovare ispirazione nelle tue parole e nel modo in cui hai superato le sfide.

In entrambi i casi, rimarrà indelebilmente segnato dall’esperienza, e si ricorderà di te e del messaggio che gli hai comunicato. Questo grande traguardo costituirà a tutti gli effetti anche un ottimo punto di partenza per una nuova collaborazione.

E non finisce certo qui!

Non c’è niente di meglio per il tuo personal branding che veder comparire il tuo libro su Google quando il cliente cerca il tuo nome, oppure di poter vedere il tuo volto sulla copertina di un grande successo editoriale, o meglio ancora di contare anche il tuo nome tra l’elenco degli autori di best-seller di Amazon.

Questi semplici risultati possono influenzare notevolmente il giudizio che il cliente avrà di te ancora prima di conoscerti direttamente.

Potrai così accedere a tutta una serie di ambienti che normalmente ti sarebbero preclusi, come conferenze, incontri e siti specializzati, ampliando ancora di più il tuo bacino di potenziali collaboratori o utenti del tuo brand.

Anche solo inconsciamente, la tua reputazione risulterà immediatamente valorizzata da una strategia di questo tipo, e potrai dimostrare già in partenza di aver raggiunto almeno un grande traguardo.

Non sai da dove partire? Hai tante buone idee ma non sai come metterle in pratica? Ti serve aiuto da parte di un team di professionisti?

PentAgency fa al caso tuo. Lavorando insieme, ti aiuteremo a valorizzare il tuo personal branding in modo professionale ed efficace, a pubblicare il tuo libro e a fargli scalare le classifiche di Amazon.

Ma ricorda: per far valere il tuo brand, l’asset principale sei proprio tu! Raccontati in un libro e prova a diventare il punto di riferimento che hai sempre sognato di essere.

Cosa aspetti?

Prenota la tua chiamata gratuita con un membro del nostro team, parlaci di te e diventa subito l’autore di un best-seller!

Clicca qui!

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin